Incorpora un album fotografico di Google foto sul un sito web

Desideri incorporare un album fotografico da “Google foto” sul tuo sito web ma non sai come fare? Niente di più semplice, ecco come fare.

Segui questo articolo in ogni step.

Come ben saprai “Google Foto” è un utilissimo servizio in clouds di Google che ci permette di condividere le nostre foto preferite, anche quelle scattate dal cellulare, in cloud sulla loro piattaforma.

Il servizio fornito da Google ci permette inoltre, di suddividere le foto in album e di pubblicarle anche tramite condivisione del link da loro fornito.

Per chi ama pubblicare condividere e sincronizzare le foto direttamente dal cellulare, esiste un’apposita app omoninma preinstallata su Android. Per chi non avesse l’app preinstalata, è scaricabile dal “Play store” scrivendo “Google foto” sul motore di ricerca interno.

Se desideri condividere i var ialbum e foto su piattaforme esterne al “Google play” basterà cliccare su “condividi album” (o foto) e redere le foto pubbliche e condivisibili sui vari social es. Facebbok e twitter o tramite link esterno da inviare a chi desideri tu.

Per inseire l’album fotografico sul sito, invece, ti sevira una stringa di codice html denominata iframe che però non fornisce il servizio di “Google foto“, quindi potrai scegliere fra scriverlo manualmente in html (ma ho appena provato ed il codice non è leggibile, in caso di aggiornamenti scriverò un ulteriore articolo al rigiuradi) oppure, se ti piace “vincere facile” puoi usufruire di un servizio esterno (vedi alla fine dell’articolo) che genera un iframe funzionante fornendo il link fornito da “Google foto” al momento della “condivisione“.

Step da seguire

Registrato su Google foto

Per utilizzare il servizio di Google foto dovrai loggarti utilizzando una gmail esistenze o creandone una nuova.

Ecco la pagina di login: https://photos.google.com/

Dopo esserti loggato, dovrai creare un album ed inserire le foto che desideri.

Dopo aver inserito le foto, dovrai cliccare sull’icone dei tre punti sopra in alto all’album a cliccare su “condividi album” > crea link (vedi foto sotto)

Una volta ottenuto il link dovrai generare un iframe, per fa ciò vai su: https://app.bytenbit.com/ (questo serizio è offerto da un sito esterno)

(non mi assumo alcune responsabilità nel caso in futuro tale link o servizio non dovesse funzionare, in quanto servizio esterno offerto da terze parti).

l’Iframe ottenuto, potrà essere inserita in una qualsiasi pagina del sito e da quel momento, vedrai le foto anche sul sito ogni volta che le caricherai sull’album.

Share and Enjoy !

Shares
A wonderful serenity has taken technology

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. It has survived not only five centuries, but also the leap into electronic typesetting, remaining essentially unchanged. It was popularised in the 1960s with the release of Letraset sheets containing Lorem Ipsum passages, and more recently with desktop publishing software like Aldus PageMaker including versions of Lorem Ipsum.

Share and Enjoy !

Shares
One morning, when Gregor Samsa

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. It has survived not only five centuries, but also the leap into electronic typesetting, remaining essentially unchanged. It was popularised in the 1960s with the release of Letraset sheets containing Lorem Ipsum passages, and more recently with desktop publishing software like Aldus PageMaker including versions of Lorem Ipsum.

Share and Enjoy !

Shares
The languages only differ in their grammar

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. It has survived not only five centuries, but also the leap into electronic typesetting, remaining essentially unchanged. It was popularised in the 1960s with the release of Letraset sheets containing Lorem Ipsum passages, and more recently with desktop publishing software like Aldus PageMaker including versions of Lorem Ipsum.

Share and Enjoy !

Shares
A wonderful serenity has taken possession

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry’s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. It has survived not only five centuries, but also the leap into electronic typesetting, remaining essentially unchanged. It was popularised in the 1960s with the release of Letraset sheets containing Lorem Ipsum passages, and more recently with desktop publishing software like Aldus PageMaker including versions of Lorem Ipsum.

Share and Enjoy !

Shares
Creazione account (user e password) WordPress da FTP

Credenziali o nuovo utente WordPress: Hai la necessità di creare un nuovo account su un sito realizzato con WordPress o non riesci ad accedere alla bacheca perchè ti mancano le credenziali?

No problem, è possibile creare un nuovo utente con le relative credenziali: e-mail, username e password con un file .php da inserire nella directory principale del sito con un client FTP (es. tramite Filezilla).

Qui di seguito il codice da inserire sul file che rinomineremo, ad esempio: nuovo-utente.php (al posto delle credenziali d’esempio: inserire quelle desiderate). Per attivare il file, cliccare sul browser: www.miosito.it/nuovo-utente.php (dopo l’operazione, cancellare il file per motivi di sicurezza).

<?php 

require_once('wp-blog-header.php');
require_once('wp-includes/registration.php');
$newusername = 'tuo-username';
$newpassword = 'tua-password';
$newemail = 'demo@demositoweb.eu';
if ( $newpassword != ' ' &&
	 $newemail != ' ' &&
	 $newusername !=' ' )
{
	if ( !username_exists($newusername) && !email_exists($newemail) )
	{
		$user_id = wp_create_user( $newusername, $newpassword, $newemail);
		if ( is_int($user_id) )
		{
			$wp_user_object = new WP_User($user_id);
			$wp_user_object->set_role('administrator');
			echo 'Utente '.$newusername.' creato con successo.';
		}
		else {
			echo 'Errore wp_insert_user. Nessun account creato.';
		}
	}
	else {
		echo 'Utente '.$newusername.' esistente. Nessun account creato.';
	}
}
else {
	echo 'Whoops, looks like you did not set a password, username, or email';
	echo 'before running the script. Set these variables and try again.';
}


?>

Speriamo di esserti stati d’aiuto.

Share and Enjoy !

Shares
Configura Google search console e Google analytics sul tuo sito web

Sei alle prime armi con un sito web e desideri inserire Google Searche console e Google analytics? Niente di più semplice, segui passo passo quest’articolo e capirai meglio come configurare questi due strumenti utili e gratuiti offerti da Google.

Per prima cosa, in entrambi i casi, dovrai essere in possesso di un account Google e loggarti nelle rispettive pagine ufficiali di Google search console e Google analytics.

Google Search Console

Loggati, con il tuo account Google sulla pagina ufficiale di Google search console, ovvero: https://search.google.com/

Dopo aver completato la procedura guidata di registrazioni, entra nel tu pannello alla sez.: Impostazioni > verifica proprietà e “verifica la proprietà” scegliendo una delle opzioni disponibili (vedi immagie sottostante).

1-verifica-propriet-search-console-1024x482 Siti web
Verifica proprietà Google

Metodo 1: Verfiica con file html: in questo caso dovrai semplicemente scaricare il file fornito, denonimato ad es: google-12334454545.html, caricarlo con un Cliente FTP (es.: Filezilla) nella directory principale del tuo sito e verificando andando, traite il browser , sul tuo sito, digitando il seguente url: https://www.miosito.it/google-123443545454554.html (vedi foto)

filezilla Siti web
Carica il file google-123456.html nella directory principlae del tuo sito

In questa maniera, la tua proprietà sarà verirficata. Puoi utilizzare anche il metodo due (puoi utilizzare un o più dei metodi di verifica proposti):

Metodo 2: verifica con tag html: cliccando su quest’opzione, vedrai un codice di verifica simile a quello sottostante, da inserire fra </head> ed </head> del tuo sito.

<head> della pagina. Qui è riportato un esempio di posizionamento corretto.
<html>
<head>
<title>Il titolo della tua pagina</title>
<meta name="google-site-verification" content="la tua stringa di verifica">
</head>
<body>

Vedi immagine sottostante

2-tag-html-search-console-1-1024x460 Siti web

Dopo aver utilizzato uno dei metodi proposti, Google search console, inizierà a monitore il tuo sito web.

Per poter visualizzare ciò avviene all’intern odel tuo sito, dovrai aspettare che abbia un po’ di traffico pirma che Google inizi a monitorare. Dopo di chè potrai:

  • Visualizzare visite gironaliere e mensili ed impression sul tuo sito web
  • Monitorare parole chiave (query) con le quali gli utenti ti trovano
  • Monitorare errori e di visibilità su dispoitivi mobili, e tanto altro ancora.
  • Monitorare errori di scansione ed indicizzazione delle singole pagine web che compongono il tuo sito web…e tanto altro ancora.

Una cosa importante che non dovrai dimenticare è: inserire l’url della sitemap (sitemap.xml) andando, all’intenro della bacheca, in: sitemap (vedi foto) e dopo aver inserirto l’ulr della tua sitemap: es. sitemap.xml cliccando su: INVIA. Dopo dovrai aspettare che Google verifici la sitemap, a questo punto, ti apparirà la scritta: RIUSCITA. Questa, conterrà di volta in volta tutti gli url degli articoli e pagine presenti sul tuo sito web e saranno inviati automaticamente a Google per l‘indicizzazione

sitemap-1024x381 Siti web

Google Analytics

Anche la Google Analytics è uno strumento utilissimo che non puoi farti mancare.

A cosa serve la Google Analytcs?

  • Monitorare nel dettaglio visite sul sito web
  • Monitorare utenti nuovi e di ritorno
  • visite organiche ed a pagamento
  • Browser e dispositivo di provenienza
  • Nazione di provenienza
  • Visite Utenti in tempo reale e tanto altro.

Dopo esserti registrato e loggato da: https://analytics.google.com/, dovrai andare su: amministrazione (icona a rotella sulla barra laterale a sinistra del pannello di Google analytics)  poi su: propritetà e su: Informazioni sul Monitoraggio e poi su: Codice di Monitoraggio.  

Questo codice dovrà essere inserito fra <head> ed </head> del tuo sito web (veid foto)

monitoraggio-analitics Siti web

Se invece deciderai di inserire la Google analytics tramite apposito plugin, ad es. su WordPress, allora basterà inserire il codice dopo la “UA” es: “UA-1223344444” ed rendere l’IP anonimizzato per il GDPR tramite le funzioni del plugin stesso. 

Se invece desideri inserire il codice completo fra <head>  ed </head> del sito, allora dovrai modificare leggermente il codice fornito da Google analitycs.

Leggi articolo su come anonimizzare l’IP di analytics 

https:www//webmasterfreelance.it/privacy-gdpr-su-wordpress-plugin-e-consigli/

Share and Enjoy !

Shares
Modifica tag su WordPress

Come modifcara o aggiungere tag: Ha un sito realizzato con WordPress sei alle prime armi ed ancora nn hai ben capito come aggiungere o modificare Tag esistenti?

Dicamo che WordPress è uno dei CMS (Sistemi di Gestione dei Contenuti) più utilizzato al mondo per realizzare siti web ed il suo utilizzo è molto semplice ed intuitivo, anche per gli utenti che non hanno alcuna base di programmazione.

Infatti il suo utilizzo, come pure la sua installazione e configurazione, non richiedono conoscenze tecniche particolari.

Premessa: Categorie e tag, su WordPress hanno un ruolo importante e, per chi lo desidera ed ha un blog ne quale pubblica regolarmente articoli, è importante impostarli correttamente. Potete anche decidere se indicizzarli o meno, in base alle vostra esisgenze.

Categorie e sotto categorie: Si consiglia di inserire, nel sito/blog, , tre o quattro macrocategorie e poi delle sottocategorie (e di non abbondare inserendo, ad esempio, 10 o 20 categorie.). Per ogni articolo potete assegnare più categorie e/o sottocategorie (sempr rimandendo nell’ambito di 2/3  senza esagerare).

Tag: Ad ogni articolo, inoltre, potete assegnare più Tag, si consiglia non più di tre tag con informazioni aggiuntive rispetto alle categorie. 

Evitate elenchi chilometrici di Categorie e tag: ad ogni articolo assegnare massimo due o tre  a categorie e una sottocategoria e tre tag .

I tag devono essere differenti dalle categorie e contenenti informazioni aggiuntive per l’utente finale, rispetto alle categorie. Non devono essere una loroo ripetizione.

Se avete un blog con categorie differenti, allora sarebbe meglio indicizzarli, come pure  i Tag.

Tag e categorie, si possono aggiungere ai singoli articoli dall’interno dell’articolo stesso, andando su: Articoli > aggiungi nuovo: tag (posizionat nella barra laterale a destra) oppure potete aggiungere dei Tag (e/o delle categorie) precedentamente (prima della scrittura dell’articolo), andand su:

Articoli > Tag: aggiungi nuovo, se invece desiderate modificarne uno vecchio (e quindi non aggiungerne uno ex novo) perchè, ad esempio, vi siete accorti che erano scritti con l’iniziale in minuscolo e li desiderate che iniziano in maiscolo, in questo caso, dovrete prima modificarli dalla sezione generlae dei Tags generali ovver, andando su: 

Articoli > Tag: modifica tag (e da lì, potete modificare il “nome tag” scrivendono in maiuscolo). Avendo cura di cancellare i duplicati, se ci sono, sempre dalle impostazioni generali.

Vedi screenshot step by step,  nella gallery sottostante:

Clicca sulla parte alta ci ciascuna foto per ingrandire

Spero che questo articolo possa essere utile a chi è alle prime armi con WordPress. Se sul tuo sito hai installato un cache, ti consiglio di cancellarla (purghe o svuota cache) a fin operzione, per visualizzare le modifiche fatte.

Share and Enjoy !

Shares
Live chat sul sito web tawk.to

Hai un sito web e desidere rispondere ai tuoi cienti e potenziali clienti tramite una Live chat professionale? Prova Tawk.to.

Tawk.to una Live chat professionale da utilizzare ed inserire all’interno del proprio sito web e viene attualmene utilizzata da molti siti professionali.

Come procedere per la sua attivazione?

Innazitutto devi registrarti sul sito ufficial di Tawk.to

Dopo aver effetuato la registrazione, dovrai loggarti con le credenziali da te prescelte ed iniziare a configrare tutte le opzioni che desideri. La versione base è gratuita e se desideri delle opzioni aggiuntive, potrati integrarle con degli “add on” a pagamento.

Innazitutto, vorrei precisare che avrai a disposizione due modalità differenti che potrai utiizzare per rispondere agli utenti:

  • Da desktop: dopo esserti loggato ed andando alla sez.: “Messaggistica” sulla barra laterale a sinistra.
  • Oppure, da cellulare, scaricando apposita app, denminata “Tawk.to”

Vedi link sul Play Store: https://play.google.com/store/apps/details?id=to.tawk.android&gl=IT

app Siti web Wordpress
Scarica app Tawk.to

Adesso descriverò i vari step per una corretta installazione e condigurazione.

Step 1:

amministratore-chat-widget Siti web Wordpress
Copia lo script ed inseriscilo fraeddel tuo sito web. Se hai un sito realizzato con WordPress, potrai utilizzare appositi plugin. Copiandolo da : </> Codice del widget.

Desideri ricevere la trascrizione delle chat via e-mail?

Niente di più facile, vai su: amministrazione > notifiche e-mail 

notifiche-email Siti web Wordpress
Scegli se inviare le trascrizioni solo all’admin a tutti o ad alcuni operatori

e scegli se far ricevere le e-mail con le trascrizioni sono all’admin o a tutti gli utenti. Le trascrizioni arriveranno automaticamente se sei “off line”. Se sei on line, potrati generarle ed inviarel dall’interno del tuo profilo, entrando dentro il messaggio (conversazione) che desideri inviarti via e-mail. 

Step 2: desideri aggiungere altri operatori?

membri Siti web Wordpress
Vai in: amminisrazione> gestione utente > membri della proprietà: aggiungi membro

Dovrai aggiungere ogni singolo operatore inserendo la loro e-mail. Ogni singolo operatore, potrà rispondere a proprio nome (ciascun operatore, dovrà avere installata l’app sul cellulare, mentre l’utente finale, potrà scrivervi direttamente dal vostro sit web, senza la necessità di alcuna installazione).

Ad ogni operatore potrai assegnare, inolre, un trigger differente. Ovvero, una piccola foto cn il proprio nome che visualizzerà l’utente che scriverà dal sito. 

Per farlo vai su: amministrazione > settings> trigger  (da qui potrai modificare   anche il tuo nome e la tua foto)trigger Siti web Wordpress

Puoi inoltre inserire delle opzioni aggiuntive: 

Per inserimento check box privacy prima della conversazione vai su: 

amministrazione  > chat widget : Modulo di autorizzazione (opzione del display): clicca su  modificha contenuto: 

Da lì potrati inserire il link alla “policy privacy” del sito (vedi foto)

fomr Siti web Wordpress

Modifica aspetto estetico del widget e modulo di pre conversazione sia on line che off line:

Ci sono ulteriori opzioni che potrai aggiungere. Ad esempio, se desideri risultare on line ed off line ad orari prestabiliti ed automaticamente vai su:

amministrazione> chat widget > pianificazione , clicca su: Pianificazione: avanzate (vedi foto)

orari-1024x321 Siti web Wordpress
Risulta on line ed off line ad orari prescelti

Se desideri suddividere il nodulo di pre conversazioni in vari reparti, ad es: amministrazione, fatturazione, operatore, richiesta informazioni, vai su:

amministrazione > gestione utenti> dipartimenti (vedi foto), potrai assegnare a ciascun operatore un “dipartimento differente

dipartimenti-1024x388 Siti web Wordpress
Suddividi le chat in reparti da assegnare ai vari operatori

Un’altra funzione davvero interessante è che: potrai utilizzare diverse live chat su diversi live chat dei tuoi siti (se ne hai più di uno), utilizzando e loggandoti sempre con l’account principale e risondendo ai diversi siti, con un nome di operatore o adin differente ed avrai, all’interno della tua bacheca di tawk.to, tutte le chat separate per sito web.

Per farlo, dovrai creare una “proprietà” differente per ciascun sito web in tuo possesso.

Vai su: amministrazione > e clicca sopra in altro su : proprietà (visualizzabile il nome) che hai utilizzato per registrati, sopra in alto), da lì potrai aggiungerne altre , ognuna con il nome del sito.

Potrai visualizzare ed aventualmente cambiare nome e url del sito principale andando su: aministrazione > overview: Panoramica (nome proprietà).

Spero di esserti stata utile con quest’articolo illustrativo su una delle Live chat più utilizzate dai vari siti web.

Share and Enjoy !

Shares
Replace url su Database Mysql per WordPress

Replace vecchio url a nuov url Mysql

Replace vecchio url a nuovo url su Mysql: Non so se sia mai successo a voi di dover migrare un sito WordPress da un server ad un altro e quindi avere la necessità di “rinominare“, sul database Mysql da esportate i vecchi url con i nuovi. Deduco di si, il chè è un’operazionea abbastanza semplice attuabile esportando il vecchio Database Mysql, aprendolo con un qualsiasi editor di testo, es: blocco note o note pad e facendo un “CTRL+F” o “CTRL+T”, e seconda del programma in uso e poi operare con un semplice “Trova e sostituisci” (replace all).

E fin quì, nulla di complicato, fatta eccezione per una problematica che mi siè presentata diverse votle nell’ultimo periodo, ovvero: l’editor di testo che si blocca fino al punto da dover riavviare il Pc nel tentativo di fare il replace.

Allora, come agire?

Importare il Database su Phpmyadmin ed attuare il “replace” andando all’interno del database alla sez.”Sql” (vedi foto)

sql-1-1024x584 Mysql Wordpress
Replice vecchi url su Mysql

Digitando il seguente comando, dove:”wp_” verrà sostituito con il prefisso del database in uso, di WordPress.

UPDATE wp_options SET option_value = replace(option_value, 'http://www.oldurl', 'http://www.newurl') WHERE option_name = 'home' OR option_name = 'siteurl';

UPDATE wp_posts SET guid = replace(guid, 'http://www.oldurl','http://www.newurl');

UPDATE wp_posts SET post_content = replace(post_content, 'http://www.oldurl', 'http://www.newurl');

UPDATE wp_postmeta SET meta_value = replace(meta_value,'http://www.oldurl','http://www.newurl');

Spero di esservi stata utile e questo articolo vi abbia aiutato, nel caso anche voi, si impalli il computer nel tentantivo di replace.

Share and Enjoy !

Shares

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo.

I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.

Leggi Policy privacy/cookie

visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.