E-commerce: tariffa unica Woo commerce

Hai un e-commerce realizzato con WordPress+Woo commerce e desideri impostare la spedizione gratuita al di sopra di una cifra minima di acquisto ed una “tariffa unica” per importi al di sotto di essa?

Mettiamo il caso che tu desideri impostare una tariffa unica per tutti i prodotti di € 5.95 che diventa gratuita al di sopra di una spesa minima di € 50.00.

Ecco come fare:

Vai su: woo commerce > spedizione poi su: aggiungi metodo di spedizione

1-tariffa-unica-1-1024x565 E-commerce Woo commerce Wordpress
Metodi di spedizione: tariffa unica con importo da te stabilito

Imposta ordine mimino cliccando su “nuovo metodo di spedizione” appena creato: ed imposta la cifra al di sopra della quale le “spese di spedizione” debbano essere gratuite.

Se NON desideri l’opzione gratuita, ometti questa parte ed attiva solo la “Tariffazione unica” come sopra indicato.

2-spedizione-gratuita E-commerce Woo commerce Wordpress
Decidi la cifra al di sopra l’ordine avrà le spese di spedizione gratuite

Adesso imposta la “tariffa unica”

3-impostazioni-tariffa E-commerce Woo commerce Wordpress
Imposta il costo della “tariffa unica”

Per finire, devi impostare in ciascun singolo prodotto la “tariffa decisa”, per far ciò vai su: prodotto > modifica > spedizione e scegli come opzione la classe di tariffa da te creata.

prodotto-interessato E-commerce Woo commerce Wordpress
Scegli la classe di spedizione da te creata

Spero di esserti stato utile e che quest’articolo possa servirti per il tuo e-commerce.

Share and Enjoy !

Shares
Siti di e commerce

E-commerce

Realizzare un sito di e-commerce al giorno d’oggi è diventato più semplice e più economico che in passato.

Questo perchè, visto la vasta gamma di “Sistemi di gestione dei contenuti” (o CMS), tutti possono realizzare un e-commerce ben fatto e facilmente gestibile ed indicizzabile. Naturalmente, dovrai tenere conto che un “e-commerce” richiede configurazioni particolari (es.: gestione dei metodi di pagamento, gestione spese di spedizione, gestione fatturazione ed ordini, livelli di sicurezza del sito web molto elevati, etc.) ed “adempimenti fiscali” specifici (es.: apertura o variazione p . iva con “codice ateco” spedifico per il “commercio elettronico”, gestione del “reso” e dei “rimborsi”, adeguamento GDPR aziendale, etc.).

Ecco alcune cose che non dovrai dimenticare:

  • Adempimenti fiscali: apertura “partita iva” ( o “variazione” della stessa), con “cod. ateco” adibito al “commercio elettronico” , iscr. alla camera di commercio, adeguamento GDPR aziendale, etc.
  • Configurazioni varie lato server: attivazione, installazione e configurazione “SSL” o “protocollo https” (specifico per “e-commerce”, non quello gratuito).
  • Altre ottimizzazioni lato sever: compressione gzip, compressione immagini, protezione hotlink, configurazione file “htaccess”, configurazioni “php” ed aggiornamento all’ultina versione disponibile, protezione anti-spam ed anti-virus lato server, “backup automantici” lato server (di files e database).
  • Ottimizzazioni url “seo friendly“, di pagine e prodotti presenti nel sito.
  • Ottimizzazione ed indicizzazione .
  • Banner dei cookie con blocco preventivo GDPR .
  • Checkbox privacy” obbligatorio: su tutti i “form” e “aree di registrazione” (con “checkbox” non spuntato di default e con link “all”Informativa privacy” estesa e conforme alle vigenti normative europee sulla “privacy”).
  • Aggiornamenti, backup e manutenzione ordinaria e straordinaria sito.
  • Configurazione dei vari metodi di pagamento e spedizione, configurazioni varie per la generazione delle “fattue” tramite CMS e/o sincronizzaizone con un “gestionale” per l’emissione della “Fatturazione elettronica” in cloud.

Quale hosting scegliere per la realizzazione del tuo sito di e-commerce?

In realtà: ciò dipenderà da tante cose. Per capire quale servizio scegliere dovrai tenere conto di:

  • Numero di utenti giornalieri e mensili previsti.
  • Numero totale di prodotti da caricare.
  • Funzioni particolari che desideri, es.: sincronizzazione con marketplace come e-buy, amazon e simili; modalità multi rivenditore (se ti necessita); pulsanti di condivisione sui social; metodi di pagamento diversi dai tradizionali o metodi di spedizione variabili; generazione automatica di sitemap.xml e possibilità di “url seo friendly”; possibilità di scelgliere un tema grafico a pagamento.
  • Facilità di aggiornamento e manutenzione: non tutti i CMS offrono la possibilità di aggiornamento direttamente da “bacheca amministrativa” e spesso tali aggiornamenti, potrebbero provocare malfunzionamenti o problematiche varie.
  • Possibilità di scegliere fra un server con “IP condiviso” Vs “IP dedicato”. Quest’ultimo sarebbe molto più costoso ma più sicuro e prestante per un e-commerce.

In base a queste cose, potrai decidere come realizzare il tuo e-commerce.

Tieni però conto che un sito “economico”: non potrà mai avere tutte le funzionalità (e prestazioni) di uno realizzato con soluzioni “ad hoc” o “custom”.

Hai bisogno di una consulenza o consigli al riguardo? Richiedi un “preventivo personalizzato” o contatami tramite la “live chat” di questo sito.

Share and Enjoy !

Shares
Shortcode Woo commerce

Shortcode Woo commerce

Shortcode Woo commerce: per chi utilizza Woo commerce per il proprio sito di e-commerce realizzato con WordPress, ecco la lista degli shortcode più utilizzati ed utili:

    • [product_categories] – categorie prodotti
    • [woocommerce_cart] – visualizza carrello
    • [woocommerce_checkout] – pagina check out
    • [woocommerce_my_account] – pagina account
    • [woocommerce_order_tracking] – traccia ordine
    • [woocommerce_edit_account]– modifica le pagine account
    • [woocommerce_change_password]– mostra la pagina cambia password
    • [woocommerce_view_order]– mostra la pagina di visualizzazione dell’ordine dell’account utente
    • [woocommerce_logout]– mostra la pagina di logout
    • [woocommerce_pay]– mostra la pagina di pagamento
    • [woocommerce_thankyou]– mostra la pagina ordine ricevuto
  • [woocommerce_lost_password]– mostra la pagina password smarrita
  • [woocommerce_edit_address]– mostra la pagina modifica indirizzo account utente.

Altri shotcode:

Utimi prodotti
[recent_products]

Prodotti in evidenza:
[featured_products]

Singolo prodotto:
[product id=”5″]

Più prodotti a scelta:
[products ids=”80, 85, 93″]

Prodotti di una categoria:
[product_category category=”abbigliamento”]

Più venduti:
[best_selling_products]

Prodotti con determinati arributi:
[product_attribute attribute=”memoria” filter=”100GB”]

Questi Shortcode vanno inseriti nella pagina in cui desiderate che appaiano le rispettive coci…ma solitamente, dopo l’installazione del suddetto plugin, si generano in automatico le pagine per il: carrello, check out, mio account, negozio o shop.

PS: mi è capitato che alcuni clienti hanno scambiato il termine “checkout” per….sanno loro per cosa.

Il checkout su un sito di  e-commerce   indica la pagina in cui si può effettuare l’ordine e non il checkout che si fà in aereoporto  e non indica nemmeno il  log out dalla pagina….chiaro?

Sembra stano ma mi è stato chiesto anche questo.

Share and Enjoy !

Shares





Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo.

I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.

Leggi Policy privacy/cookie

visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.